La duplice prova di Iblis

Nell’ultimo articolo redatto dal sottoscritto (“A motivo degli angeli”) ponevamo l’attenzione sulla perfetta onnipotenza del Dio coranico in contrasto con la figura del Dio cristiano. In effetti Allah è per molti aspetti simile al Dio veterotestamentario, una sorta di Dio-Re che si prende cura di qualsiasi cosa, tant’è che la proverbiale frase “non si muove... Continue Reading →

Boot in culo agli hippies

Bounty Law e «fucking hippies». La serie TV western all’americana anni ‘50 in bianco e nero – o in Jack Cahill e controfigura – e i saprofagi autostoppisti che seducono – come la pervertita che porta in grembo cetrioli marci. Acquavite e limetta, insomma. Un ottimo Margarita. O – data la shakerata di tequila e... Continue Reading →

Cigno Nero

Qui di seguito non leggerete il solito articolo, bensì un breve racconto distopico. Buona lettura!   “La guerra è obsoleta, le carestie stanno scomparendo, la morte è solo un problema tecnico. Cosa ci riserverà il futuro?” Homo Deus, Y. N. Harari   Utnapishtim. Così si fanno chiamare gli immortali. Nel mito di Giglamesh, Utnapishtim era... Continue Reading →

La presa del dito Wuxi

Che episodi marginali della cultura nostrana e forestiera costituiscano non solo di per se stessi un prezioso contributo al genere umano ma possano generare o alimentare un particolare interesse verso ambiti del pensiero difficili da esplorare o per lo meno poco battuti, credo lo abbia già egregiamente dimostrato anni or sono il breve saggio di... Continue Reading →

Il cavallo e il bambino appunti su Charlie Mackesy

Il tentativo, quasi sempre fallace, di istituire un complesso organico e potenzialmente interessante di considerazioni e pseudo-intuizioni artistiche relative all’operato di un artista del tutto sconosciuto alla critica e ai più, costituisce il vertice di un autoerotismo culturale consolidato e perpetrato ai danni di chi, per fortuna pochi, continua a leggere i miei articoletti. Ora,... Continue Reading →

Fine dei giochi (ops! scusate lo SPOILER)

CAVE SPOILEREM: Metà dell’articolo – causa snapper – è finita in cenere; mentre l’altra metà – non preoccupatevi – sarà puro spoiler su Endgame   Penso sia chiaro il monito: chi ancora non ha visto Endgame, è meglio non legga quanto segue. Salvo semplice disinteresse marvelliano o incorreggibile amore per De Sade. Mi rammarico soltanto... Continue Reading →

Il Mulo

Prima del «silenzio in sala», riesco a sedermi con l’amico reazionario, e padre irresistibile, col coetaneo scienziato religioso – custode di Terra Santa, ebraista, islamista, compagnia cantante – e soprattutto «nerd» in borghese, e col «terrone» – pardon! – acculturato e assetato-disidratato d’arte, magari instagrammabile, riesco insomma a sedermi sulle giganti immagini dei giocattoloni parlanti... Continue Reading →

A motivo degli angeli

“Allora due angeli Shemhasa’y e ‘Aza’zel vennero a Lui e gli dissero: «Signore del mondo, si è avverato quel che avevamo profetizzato alla creazione del mondo e dell’uomo dicendo: - Chi è l’uomo da ritcordarTi di lui? -». «E ora che ne sarà del mondo senza l’uomo?», disse Dio. «A questo penseremo noi» risposero gli angeli.” Midrash  ... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑